domenica , 23 luglio 2017
Ultime notizie
Home » Primarie PD Manfredonia » Michele Bordo appoggia Angelo Riccardi, primarie PD Manfredonia
Michele Bordo appoggia Angelo Riccardi, primarie PD Manfredonia

Michele Bordo appoggia Angelo Riccardi, primarie PD Manfredonia

Michele Bordo appoggia Angelo Riccardi, primarie PD Manfredonia

Manfredonia – “A Manfredonia non avevamo bisogno delle primarie che,

per il clima che stanno determinando, rischiano solo di provocare ulteriori lacerazioni e divisioni. La mia opinione è che avremmo potuto riconquistare tranquillamente il governo cittadino con la ricandidatura di Riccardi, che con la sua amministrazione ha raggiunto gran parte degli obiettivi indicati nel 2000 ed è sostenuto dalla maggioranza del Pd locale e dall’intera coalizione del centrosinistra“. E’ quanto detto dall’onorevole Michele Bordo in una intervista rilasciata pubblicata stamani dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

Secondo Bordo “le primarie sono state chieste strumentalmente (..) dettate da un pregiudizio nei confronti del sindaco (..) assolutamente ingiustificato, visto che fino ad oggi nessuno si è mai espresso negativamente sul suo operato, e non dalla volontà di presentare una piattaforma di governo alternativa”. Pertanto “le primarie di Manfredonia rischiano di non essere la festa della democrazia e della partecipazione ma l’occasione per accentuare le divisioni. Spero solo di sbagliarmi”, ha aggiunto alla Gazzetta.

Su Gaetano Prencipe e sulla presunta proposta avanzatagli da bordo per un ruolo di “candidato di mediazione”: “non è vero e mi dispiace che lo affermi – ha detto Bordo durante l’intervista – evidentemente è nervoso perchè sa di perdere le primarie e per questo motivo non si fa scrupoli a raccontare anche qualche bugia nella speranza di raccogliere qualche volto in più. A luglio Prencipe mi fu proposto, per la verità senza grande convocazione in una lista di nomi, come possibile candidato di mediazione da chi oggi lo sostiene. Io lo incontrai solo per sapere se fosse vero che avrebbe dato la sua disponibilità. Mi disse che era indisponibile e che avrebbe potuto riconsiderare la sua decisione solo se fosse dentro il partito e nella società (..)” diversamente dallo spendere “così tante energie nella costruzione di correnti personali che poi non hanno nessuno peso specifico nel partito”.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>